Colpi Proibiti

Colpi proibitiOggi vi parlerò di ” Colpi Proibiti”, un violento action movie del 1990 di Deran Serafian, con protagonista il grande Jean-Claude Van Damme.

TRAMA

Il detective Louis Burke (Jean-Claude Van Damme) della polizia canadese arresta a Los Angeles, dopo un duro scontro, il serial killer Christian Naylor (Patrick Fitzpatrick), soprannominato ” l’Uomo dei Sogni” e omicida del partner di lavoro di Burke.

16 mesi dopo viene convocato di nuovo in California, su richiesta del governatore dello stato. Nel carcere di Harrison si sono verificate 9 morti sospette di detenuti negli ultimi mesi e, dal momento che le elezioni sono vicine, il governatore non vuole una cattiva pubblicità. Burke, esperto in operazioni speciale, riceve l’incarico di infiltrarsi come detenuto nel carcere e scoprire cosa sta accadendo. Il suo contatto con l’esterno sarà Amanda Beckett (Cynthia Gibb), giovane agente di polizia e laureata in legge a Stanford, la quale fingerà di essere la moglie di Burke.

Il carcere in cui entra Burke è molto duro. Il capo delle guardie Degraff (Art LaFleur) è un uomo violento, i carcerati sono riuniti in bande e bisogna sapersi difendere se si vuole uscire vivi da quel posto. Il detective fa amicizia con Hawkins (Robert Guillaume), un vecchio detenuto a cui salva la vita e con ” Il Prete” (Abdul Salaam El-Razzac), uno strano individuo capace di ottenere qualunque cosa nella prigione. Intanto, Amanda continua ad indagare all’esterno.

Sembra che tutti i detenuti, assassinati con un colpo alla base del cranio, fossero tutti di salute eccellente e appena arrivati da altre prigioni. Ma, man mano che Burke si avvicina alla soluzione, la vicenda diventa sempre più pericolosa: il suo compagno di cella, Konefke (Conrad Dunn), viene assassinato sotto ai suoi occhi, un altro testimone viene bruciato vivo e lui viene sbattuto in isolamento. Come se non bastasse, alla prigione viene trasferito il peggiore detenuto che possa arrivare: L’Uomo dei Sogni, il peggiore nemico di Burke e colui che rischia di far saltare la sua copertura.

In un gioco pericolosissimo, Burke può contare solo su Amanda, divenuta sua amante per davvero, e pochi altri. Infatti, a quanto sembra, i suoi datori di lavoro non sono così onesti come vogliono far apparire…

ANALISI

Un film d’azione, di quelli che erano in gran voga nei primi anni ’90 e che riescono ancora a dire la loro. I più attenti ricorderanno facce già note, come Art LaFleur, che era stato il tenente Buzzy Borrell nel pilot della serie tv ” Renegade”, oppure George Dickerson (che qui interpreta il procuratore Keane), che recitava come detective ne ” Il giustiziere della notte 4″.

Questa pellicola è violenta, tesa e coinvolgente. Van Damme è al suo primo film d’azione “tradizionale”, dopo un paio di interpretazioni di campioni di arti marziali nei suoi precedenti lavori.E se la cava egregiamente, supportato da buoni coprotagonisti come Robert Guillaume e Cynthia Gibb.

Tremendo il personaggio di Patrick Fitzpatrick, un villain duro a morire e di rara forza. La sua interpretazioni è una delle più avvincenti di quegli anni, per il genere.

Gli scenari sono, principalmente, le fredde ed umide celle della prigione di Harrison, con rari momenti in esterna. Le scene di lotta sono spettacolari, grazie anche all’abilità di Van Damme, e la trama è semplice, ma ben congegnata.

Insomma, un film che va bene per tutte le stagioni e che ti conquista, con i suo colpi di scena, la sua storia e i suoi combattimenti.

VOTO

Convincente e ben fatto. Secondo me, uno dei migliori con Van Damme.

7

 

Colpi Proibitiultima modifica: 2015-08-25T09:52:23+02:00da mrt993
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.